Sito “Fondo perduto per artigiani” agevolazioni per le microimprese artigiane aventi sede

Finanziamenti a tasso agevolato e contributi a fondo perduto per investimenti finalizzati a migliorare la competitività


 

Breve descrizione

Gli aiuti di cui al presente Avviso sono concessi nella forma di finanziamento a tasso agevolato di intensità pari all’80% della spesa ritenuta ammissibile e di contributi a fondo perduto di intensità pari al 20% del finanziamento concesso fino ad un massimo di euro 5.000,00(A titolo di esempio: Spesa ammessa €.30.000,00 – Finanziamento €. 24.000,00, Contributo a fondo perduto €. 4.800,00) Totale agevolazione € 28.800,00).


 

SOGGETTI BENEFICIARI E REQUISITI

1. Possono presentare domanda le imprese artigiane, attive, aventi sede operativa in Sicilia, classificate come microimprese.

2. I soggetti di cui al comma 1 devono inoltre, alla data di presentazione della domanda e di erogazione delle agevolazioni:

a) avere, al 31 dicembre 2019, un numero di addetti (ULA) non superiore a 5 ed utili netti non superiori ad € 30.000,00, risultanti dall’ultimo bilancio depositato o dall’ultima dichiarazione fiscale presentata (nel caso di imprese costituite successivamente al 1° gennaio 2019, da altra idonea documentazione, anche mediante autocertificazione);

b) non trovarsi in una delle condizioni di difficoltà così come le stesse sono definite all’Art. 2, punto 18 lett. da a) ad e) del regolamento (UE) n. 651/2014;

c) trovarsi nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essendo in stato di liquidazione o scioglimento e non essendo sottoposte a procedure di fallimento, liquidazione coatta amministrativa e amministrazione controllata;

d) non trovarsi nelle condizioni che non consentono la concessione delle agevolazioni (codice antimafia);

e) essere in regola con gli obblighi contributivi e previdenziali;

f) non essere destinatario di un ordine di recupero pendente a seguito di una decisione di recupero della Commissione che dichiara un aiuto illegale e incompatibile con il mercato comune.


 

INVESTIMENTI E SPESE AMMISSIBILI

1. Il costo totale ammissibile del progetto non può essere inferiore a € 10.000,00 (diecimila/oo) e superiore a € 50.000,00 (cinquantamila/00). Tali importi devono intendersi IVA esclusa.

2. Gli investimenti ammissibili devono essere finalizzati a:

• incrementare la produzione;

• introdurre innovazioni di processo e/o di prodotto;

• introdurre innovazioni tecnologiche;

• fornire una formazione specialistica al personale.

3. Le spese ammissibili devono riguardare una delle seguenti tipologie:

a) acquisto macchinari/attrezzature/arredi/impianti, nuovi di fabbrica, necessari al ciclo produttivo dell’impresa artigiana;

b) ristrutturazione e manutenzione del laboratorio (migliorie del laboratorio, ristrutturazioni edilizie, restauro, manutenzione straordinaria, adeguamento locali alle misure anti-covid);

c) acquisto di software/brevetti/licenze e soluzioni tecnologiche, necessarie allo svolgimento dell’attività;

d) acquisti per la realizzazione e/o implementazione di strategie di marketing e azioni commerciali;

e) formazione specialistica del personale collegata agli investimenti di cui alle lettere a),

c) e d).

4. Ai fini dell’ammissibilità delle spese, i beni di cui alle lettere a), c), d) ed e), devono soddisfare le seguenti condizioni:

• essere utilizzati esclusivamente nel laboratorio oggetto dell’investimento;

• essere considerati ammortizzabili e iscritti nel libro cespiti;

• non essere acquistati tramite locazione finanziaria e/o patto di riservato dominio;

• essere acquistati da terzi a condizioni di mercato, senza che l'acquirente sia in posizione tale da esercitare il controllo sul venditore e viceversa, ovvero essere forniti all'impresa dai soci o dagli amministratori dell'impresa stessa o dai loro coniugi o parenti e affini entro il secondo grado;

• rimanere nella disponibilità dell’impresa per tutta la durata dell’ammortamento.

5. I singoli titoli di spesa devono essere di importo superiore ad € 500,00 (cinquecento/00).

6. L’avvio dei lavori per la realizzazione del progetto non può avere luogo prima della presentazione della domanda di agevolazione.

7. Sono considerate ammissibili le spese sostenute dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda e concluse entro 12 mesi dalla data di ricezione della comunicazione del provvedimento di accoglimento.


 

SPESE NON AMMISSIBILI

Non sono, in ogni caso, ammissibili:

• forniture con “contratto chiavi in mano”;

• commesse interne di lavorazione;

• i costi relativi alla locazione di attivi materiali ed immateriali;

• i lavori in economia;

• l'imposta sul valore aggiunto;

• gli interessi passivi;

• le spese sostenute mediante forme di pagamento non riconducibili al conto dedicato intestato all’impresa beneficiaria;

• le commissioni per operazioni finanziarie;

• le perdite di cambio e altri oneri meramente finanziari;

• le ammende e le penali;

• le spese di rappresentanza.


 

PROCEDIMENTI DI EROGAZIONE DELLE AGEVOLAZIONI

1. Dopo il consolidamento delle garanzie prestate con contratto di finanziamento, l'erogazione delle agevolazioni avviene in un massimo di due tranches, su richiesta dell'impresa beneficiaria inoltrata tramite la piattaforma dedicata allegando la documentazione, secondo le modalità di seguito riportate:

a) erogazione a titolo di anticipazione del 40% dell’importo del finanziamento concesso, previa presentazione di fideiussione bancaria/assicurativa di pari importo.

b) erogazione a titolo di Sal dal 15% al 80% degli investimenti ammessi ad agevolazione;

c) erogazione a titolo di Saldo finale del finanziamento concesso.

2. L’erogazione del contributo a fondo perduto avverrà in unica soluzione e sarà accreditato con la prima erogazione del finanziamento.

3. Al fine dell'ammissibilità dei titoli di spesa, per consentire la tracciabilità dei pagamenti, questi dovranno essere regolati esclusivamente a mezzo bonifico bancario, tratto da un conto corrente intestato al soggetto beneficiario dedicato all'investimento.


 

Scadenza:

Le domande devono essere presentate a partire dalle ore 11:00:00 del 7 settembre 2021.