top of page

VALORIZZAZIONE DEI COMUNI UNESCO


TURISMO UNESCO

Il fondo di 75 milioni di euro è stato istituito con l'obiettivo di sostenere la ripresa del settore turistico più colpito dalla crisi generata dalla pandemia di Covid-19 nei Comuni caratterizzati da spiccata vocazione turistico-culturale. L’iniziativa è rivolta e sostiene anche le città italiane facenti parte della rete delle città creative dell’UNESCO.

Il presente avviso mira a valorizzare i comuni a vocazione culturale storica, artistica e paesaggistica, nei cui territori sono ubicati siti riconosciuti dall'Unesco patrimonio mondiale dell'umanità e delle Città italiane della Rete delle città Creative dell’UNESCO.


SOGGETTI BENEFICIARI:

Tutti i comuni classificati in base alla “vocazione turistica”, secondo le seguenti definizioni:

A: Grandi città vocate al turismo multidimensionale; -

B: Comuni a vocazione culturale, storica, artistica e paesaggistica; -

G: Comuni a vocazione marittima e con vocazione culturale, storica, artistica e paesaggistica; H: Comuni a vocazione montana e con vocazione culturale, storica, artistica e paesaggistica; L 1: Comuni a vocazione culturale, storica, artistica e paesaggistica e altre vocazioni.


REQUISITI DI AMMISSIBILITA':

- aver subìto una riduzione delle presenze turistiche nell’anno 2020 rispetto al 2019;


DOTAZIONE FINANZIARIA:

Il finanziamento di 75 milioni di euro è diviso in:

- 58,8 milioni di euro a favore dei "Comuni a vocazione culturale, storica, artistica e paesaggistica”, nei cui territori sono ubicati siti riconosciuti dall’UNESCO;

- 4,9 milioni di euro a favore dei Comuni italiani che fanno parte della rete delle città creative dell’UNESCO;

- 9,8 milioni di euro a favore del Comune di Roma;

- 1,5 milioni di euro, finalizzati allo svolgimento delle attività relative all’assistenza ai Comuni, alla verifica delle progettualità proposte, al controllo delle rendicontazioni, al monitoraggio dell’avanzamento delle attività e dei risultati, ad eventuali attività di audit nonché alla realizzazione e alla gestione della piattaforma informatica dedicata.


INTERVENTI FINANZIABILI:

- siti turistici:

1) infrastrutture dedicate all’accoglienza turistica (infopoint, centro visita, ecc.);

2) sentieri, ciclabili, ecc.;

3) spazi e luoghi che danno visibilità alle risorse del territorio;

4) monumenti naturali;

5) aree che ricadono in parchi, riserve, aree protette, siti della Rete natura 2000 (SIC e ZPS); 6) oasi di associazioni ambientaliste;

- interventi materiali e immateriali realizzati nei centri storici, turistici e naturalistici.


TIPOLOGIA DI INTERVENTI FINANZIABILI:

a) Realizzazione di strumenti di valorizzazione e promozione turistica digitale;

b) Realizzazione di itinerari turistici;

c) Progetti di marketing ed eventi;

d) Opere di carattere edilizio, strutturale o impiantistico funzionali ad accrescere la fruizione e l’attrattività turistica o allestimenti su siti culturali, paesaggistici e naturalistici funzionali ad accrescere la fruizione e l’attrattività turistica.


SPESE AMMISSIBILI:

a. spese per l’esecuzione di lavori o per l’acquisto di beni/servizi;

b. spese per la realizzazione dei prodotti e/o servizi di marketing turistico e territoriale, compresi gli strumenti di valorizzazione e promozione turistica digitale;

c. spese per pubblicazione di bandi di gara, salvo quelle rimborsate alla stazione appaltante

dall'aggiudicatario;

d. spese per l’acquisizione di autorizzazioni, pareri, nulla osta e altri atti di assenso da parte delle amministrazioni competenti;

e. imprevisti (se inclusi nel quadro economico);

f. allacciamenti, sondaggi e accertamenti tecnici;

g. spese per attrezzature, impianti e beni strumentali finalizzati anche all'adeguamento degli standard.


SCADENZA: OGNI PROGETTO DOVRA' ESSERE REALIZZATO ENTRO IL 30 NOVEMBRE 2024.




24 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Kommentare

Kommentare konnten nicht geladen werden
Es gab ein technisches Problem. Verbinde dich erneut oder aktualisiere die Seite.
bottom of page